Circolazione internazionale

La Direzione Generale, attraverso il Servizio III, assicura un costante coordinamento con gli altri Uffici dell'Amministrazione (Segretariato Generale, Ufficio Legislativo, Comando Carabinieri per la Protezione del Patrimonio Culturale) e con le altre Amministrazioni (Ministero per gli Affari Esteri, Avvocatura Generale dello Stato, Agenzia delle Dogane, Autorità Giudiziaria) competenti in materia di circolazione dei beni archeologici e recupero di opere illecitamente esportate. Partecipa alle riunioni internazionali in materia di tutela di patrimonio culturale e di recupero di beni culturali oggetto di azioni illecite (Comitato Intergovernativo UNESCO sulla promozione del ritorno dei beni culturali ai Paesi d'origine, UNIDROIT, ICCROM, UNODC).

Le opere restituite all'Italia grazie agli accordi bilaterali conclusi con alcuni importanti Musei stranieri sono state esposte in sedi prestigiose, come il Palazzo del Quirinale dove si è tenuta dal 21 dicembre 2007 all'aprile 2008 la mostra Nostoi, capolavori ritrovati, e la sede del Museo Nazionale Romano, Palazzo Massimo, dove è stato presentato di volta in volta il materiale restituito prima di essere assegnato alle sedi definitive: le opere provenienti dal Museo di Boston, che sono state oggetto di una esposizione itinerante nei principali musei statali italiani, come pure alcune delle opere più significative restituite dal Getty Museum e dal Metropolitan Museum di New York. 

Nello spirito della costruttiva collaborazione maturata tra istituzioni e in attuazione degli accordi conclusi, sono state concesse in prestito ai Musei stranieri, ai sensi dell'art. 67, comma 1,d del Codice, alcune opere provenienti da scavi autorizzati.

Sulle tematiche della circolazione dei beni culturali e del contrasto al traffico clandestino, la Direzione Generale, su impulso del Segretariato Generale, ha organizzato a Roma un Seminario Internazionale sul tema del traffico illecito di beni culturali, nei giorni 16-17 dicembre 2009, nell'ambito del periodo di presidenza italiana del G8. Sulla newsletter dell'Ufficio Studi ne è stato pubblicato un resoconto.