Azioni di recupero

Le azioni di recupero dei materiali illecitamente esportati sono istruite dalla Direzione Generale sulla base delle informazioni acquisite a seguito delle indagini del Comando Carabinieri per la Protezione del Patrimonio Culturale o sulla base di segnalazioni di studiosi, musei o singoli cittadini.

La procedura all'interno dell'Unione Europea è regolata dalla normativa comunitaria, recepita nell'ordinamento italiano agli articoli 75-85 bis del Codice. Per i Paesi Terzi si applicano le Convenzioni internazionali, in primo luogo la Convenzione UNESCO del 14 novembre 1970 concernente le misure da prendere per vietare e impedire ogni illecita esportazione, importazione e trasferimento di proprietà beni culturali.

Gli accordi bilaterali con i Musei americani, difatti, sono stati conclusi in applicazione dei principi della Convenzione UNESCO del 1970 e grazie al Memorandum of Understanding Italia-USA sul traffico di reperti archeologici dell'età classica, preclassica e imperiale che prevede in generale diverse possibilità di collaborazione tra istituzioni, tra cui il prestito a lunga scadenza di opere.

Per opere di cui si presume l'illecita esportazione, la Direzione Generale procede a verifiche presso le Soprintendenze competenti sotto il profilo scientifico e per quanto riguarda la provenienza, i risultati di tali verifiche, assieme alle valutazioni e alle proposte sono inoltrate al Segretariato Generale, in quanto Autorità Centrale prevista dalla normativa, per i provvedimenti di competenza da adottarsi sul piano amministrativo per quanto riguarda i Paesi dell'Unione Europea, o per le iniziative a livello diplomatico, d'intesa con il Consigliere Diplomatico del Ministro ed i Ministero degli Affari Esteri.

L'Avvocatura Generale dello Stato assiste sul piano legale l'Amministrazione, esprimendo pareri sulle modalità più idonee per avviare le procedure finalizzate alla restituzione delle opere sottratte al patrimonio archeologico italiano.

 

Sono disponibili due brevi schede di approfondimento: